Benvenuti, oggi Ŕ martedý 11 agosto 2020 - ore: 03.46
Logo Vittoria Colonna
LICEO VITTORIA COLONNA Istituto Statale di Istruzione Superiore - Arezzo
Telefono: 0575 20218 - Fax: 0575 23589 | ARPM03000B@istruzione.it  |  ARPM03000B@pec.istruzione.it
ALIMENTAZIONE, SONNO E SPORT: RISULTATI QUESTIONARIO SULLO STILE DI VITA CLASSI SECONDE

Qual è lo stile di vita dei nostri alunni tra i 15 e i 16 anni d'età che frequentano le classi seconde? Per scoprirlo abbiamo somministrato loro un test anonimo composto da 32 quesiti a risposta chiusa, suddivisi in tre ambiti: alimentazione, sport e sonno. Le domande sono state elaborate da studenti di quattro scuole europee nell'ambito del progetto eTwinning "Dale vida a los años", cui ha preso parte la classe 2 G da settembre a giugno. Il questionario non ha ovviamente la pretesa di essere un rigoroso strumento di analisi, ma può di certo essere utile a ragazzi e insegnanti per fare il punto sullo stile di vita seguito e sugli aspetti che possono essere migliorati. I docenti di Scienze hanno reso possibile la somministrazione del test nelle rispettive classi e hanno poi commentato con i propri studenti i risultati.

Ecco cosa abbiamo scoperto.

Dei 114 alunni che hanno risposto, su circa 150 totali, il 73% pensa di assumere la giusta quantità di calorie ogni giorno e solo il 21% ammette di mangiare più del necessario. Il 66% ritiene di seguire una dieta equilibrata, suddivisa tra 3 o 4 pasti principali (rispettivamente il 44 e 46%). Tra i pasti della giornata, per il 22% degli intervistati non è compresa la colazione mattutina.

Il 66% dei ragazzi beve a tavola acqua naturale e il 24% gassata. Due alunni bevono acqua e vino mentre nove, che corrispondono all'8%, acqua e bevande gassate. Sempre a proposito di liquidi, i due litri d'acqua al giorno che tutti raccomandano di bere sono assunti con regolarità dal 34% dei ragazzi, il 36% beve la giusta quantità solo in modo occasionale e il restante 29% ammette di non bere in modo sufficiente. 

Infine, per quanto riguarda le bevande alcoliche, il 27% degli intervistati afferma di assumerle solo sporadicamente o una volta alla settimana (16%), mentre la maggioranza (53,6%) dichiara di non farne mai uso. 

La piramide alimentare è nota al 95% dei ragazzi, ma il 42% ammette di non seguire quanto raccomanda. A questo proposito, il 16% dichiara di non mangiare mai frutta e il 7% confessa di cibarsi ogni giorno di alimenti ricchi di zuccheri e grassi. Va detto però che ci sono anche molti "virtuosi", che mangiano frutta una, due o tre volte al giorno (rispettivamente il 26, 36 e 8%). Tuttavia, il cosiddetto "cibo spazzatura" a cui accennavamo prima è purtroppo una forte tentazione per tutti: almeno una volta alla settimana per il 40%, tra due e cinque volte la settimana per il 27%. Per fortuna, eventuali danni provocati da un'alimentazione non sempre corretta vengono compensati dall'attività fisica, che riguarda un gran numero di studenti.

Al di fuori dell'orario scolastico, il 24% afferma di praticare un'attività sportiva quasi ogni giorno, il 44% due o tre volte alla settimana e il 10% una volta a settimana. I pigri irriducibili sono invece il 20%. Lo sport è praticato a livello agonistico e con competizioni a di carattere provinciale o nazionale rispettivamente da 13 e 8 alunni, mentre il 48% dichiara di essersi dedicato a gare, tornei o competizioni in passato. Gli sport tuttora praticati da 80 ragazzi su 114 sono tennis, pallavolo, danza, ginnastica artistica o ritmica, equitazione, nuoto e palestra (la risposta più frequente). In minoranza, ma degni di nota, coloro che si dedicano ad arti marziali, zumba e calcio. Lo sport riveste anche un'importanza sociale e aggregativa, dato che quasi il 27% afferma di praticarlo in compagnia e il 38% a volte da solo e a volte in compagnia. La motivazione intrinseca è quella che induce i nostri studenti a fare sport, secondo le ragioni più varie (mantenersi in forma, migliorare il proprio aspetto, rilassarsi o fare qualcosa che diverte e fare parte di una squadra). Solo cinque alunni fanno sport per rispondere ad una precisa richiesta della propria famiglia. Infine, un giudizio più che buono va alle lezioni di educazione fisica seguite a scuola, che incontrano il gradimento del 72% degli intervistati.

Per quanto riguarda l'ultimo tema del questionario, il sonno, l'81% dorme tra sei e otto ore a notte, mentre un allarmante 12% si riposa per meno di sei ore. Un altro dato su cui riflettere è la sensazione provata al risveglio: il 58,6% infatti non si sente sufficientemente riposato. Prima di andare a letto, l'attività principale è l'uso del cellulare o di un dispositivo digitale (68,5%), 15 alunni sono soliti leggere e altrettanti (13,5%) guardano la televisione. Durante la settimana, l'ora di coricarsi è spostata molto in avanti per la maggioranza degli studenti: il 39,6% va a letto tra le 11 e mezzanotte e il 37,8% dopo mezzanotte. Solo tre alunni si addormentano prima delle ventidue, possiamo supporre che siano quelli che la mattina presto devono prendere treni o pullman per andare a scuola, e 22 (19%) tra le dieci e le 11.

In conclusione, il quadro che emerge è quello di adolescenti attivi e sani, che forse potrebbero dormire un po' di più e che a volte cedono alla tentazione di alimenti poco salutari, pur conoscendo bene la Piramide Alimentare. 

E tu? Com'è il tuo stile di vita? 

Come dimostrano alcune delle risposte date, la conoscenza da sola non è sufficiente a farci adottare abitudini quotidiane sane. Speriamo che la lettura delle risposte degli alunni delle classi seconde ci induca ad alzare la soglia della consapevolezza su come viviamo ogni giorno per migliorare, se necessario, il nostro stile di vita.